Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Edusport

Scienze motorie, attivitą fisica e benessere psicofisico

28/11/2018 - Olimpiadi

28/11/2018 - Olimpiadi

A Tokyo davanti all’assemblea dell’Anoc , il n. 1 del Coni Malagò, il sindaco di Milano Sala, il governatore del Vento Zaia e l’olimpionica Fontana hanno spiegato la proposta italiana: “Loro hanno dato tanti numeri, ma noi siamo stati più passionali”. Numeri convincenti quelli snocciolati dal sindaco di Milano Giuseppe Sala e il governatore del Veneto Luca Zaia. Sala ha citato i 21 milioni di visitatori dell’Expo, la ricchezza dei territori, soprattutto lo stato d’animo dei milanesi verso i Giochi. “Secondo un sondaggio del Cio, l’83 per cento dei cittadini di Milano è favorevole ai Giochi. E io voglio sottolineare questa proporzione significativa: 83 per cento”. Forse anche una frecciatina a Stoccolma, dove secondo la stessa inchiesta internazionale, la città è divisa sull’argomento con una leggera prevalenza dei no (51 per cento). Zaia ha invece sottolineato l’appuntamento con i mondiali di sci del 2021, i 242 milioni di euro che saranno investiti nelle infrastrutture prima delle sfide iridate. Il governatore ha anche citato Verona, “la città di Romeo e Giulietta”, che è in lizza per ospitare all’Arena la cerimonia di apertura.