Sblocca

logout

Inserisci qui sotto il codice di sblocco

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque consequat odio vel dolor volutpat et varius ligula tristique. Curabitur lacinia porttitor lorem, non venenatis massa molestie sed. Etiam nunc tellus, tempus a sagittis eu, egestas non lorem. Etiam adipiscing, turpis eu consectetur vestibulum
imparosulweb

Edusport

Scienze motorie, attivitą fisica e benessere psicofisico

19/04/2017 - Judo

19/04/2017 - Judo

La squadra italiana è partita martedì alla volta di Varsavia, la capitale polacca che ospiterà i Campionati Europei di judo 2017. La delegazione composta da quindici atleti (nove uomini e sei donne) sarà condotta dal direttore tecnico nazionale, il giapponese Kiyoshi Murakami, assistito dal Team Manager Laura Di Toma, dal coordinatore delle squadre nazionali Dario Romano e dai coach Francesco Bruyere e Roberto Meloni. Gli azzurri si presentano alla rassegna con la speranza di salire nuovamente sul podio. Senza i due medagliati della passata edizione, a Varsavia gli Azzurri avranno comunque la possibilità di brillare in diverse categorie. Speranze vivissime per Odette Giuffrida (52 kg), reduce dalla medaglia d’argento olimpica e, purtroppo, da un infortunio al ginocchio che non le ha permesso di disputare tornei in questa prima parte del 2017. Possibilità di ambire al podio anche per Edwige Gwend (63 kg), l’unica ad aver già ottenuto una medaglia europea a livello individuale, un argento conquistato nel 2010 a Vienna e Assunta Galeone, che sarà accreditata della testa di serie numero otto nella categoria 78 kg.
Tra gli uomini attenzione alla categoria 81 kg: reduce dal 5° posto ai Giochi di Rio, Matteo Marconcini potrebbe puntare in alto, così come Antonio Esposito, che dopo i tanti successi nelle categorie giovanili proverà a conquistare una prima medaglia anche tra i senior, partendo comunque da una posizione di outsider. Poche le speranze nelle altre categorie.